Dialoghi Estremi

 
                      III Visione | Beckett     DIALOGHI ESTREMI    |Oltre la Notte   

L’ATTESA | “Esaurienti, esaustivi, estenuanti, esauriti, sfinenti, sfiniti, estinti, dissipati, dissolti, immersi nella noia del penultimo giorno i dannati di Beckett, appaiono prigionieri della  stessa scena.” L’esaurimento è tema di fondo del processo creativo di questa III Visione,che rappresenta un presente infinito teso verso il nulla, il silenzio, l’Aporia! Squarci di luce su maschere disfatte, gesti impossibili, posture estreme. Tracce di testo, tracce di voci, tracce di azioni,….. questa Visione vuole tendere al contatto con i ‘solitari’ assoluti di Beckett. Dal disincanto di uno spazio qualunque, ma ben definito:  percorso incessantemente da vuote figure affette dal nulla, l’attesa, forma di tensione interiore, assorbe il tutto sullo scorrere di un ritornello motorio che esaurisce lo spazio in un’interminabile sospensione, in cui i personaggi fremono… ironici, immobili ed  ormai immersi oltre la NOTTE dei tempi. Ma proprio da questo scenario drammatico e assoluto scaturisce una possibilità, l’unica possibilità suggerita da Hamletica, per cui….. “ridere sarà Lecito”!

Guarda la scheda dello studio da cui è stato tratto Dialoghi Estremi. Clicca Qui!

Dialoghi Estremi (1)
Dialoghi Estremi (3)
Dialoghi Estremi (2)
Dialoghi Estremi (4)